Commemorazione del 4 Novembre

Città di Castellamonte

 

Parliamo di guerra per ricordare l’importanza della pace.

 

Domenica mattina si è svolta a Castellamonte la cerimonia del 4 novembre.

Una data importante, non soltanto perché ricorre il centenario della Grande Guerra, ma soprattutto perché ci sollecita a ricordare i milioni di morti e il ritorno della pace.

Anche noi del Liceo Felice Faccio abbiamo partecipato.

Dopo la S. Messa, ci siamo uniti al corteo che è giunto in piazza Vittorio Veneto per l’Alzabandiera e l’omaggio al monumento dei caduti.

Al Centro Congressi Martinetti, gli studenti Mattia Romanelli e Silvia Salcito, classe V H sez. Architettura e Arredamento, accompagnati dalla Prof. Piera Giordano, mentre veniva proiettata  una serie di fotografie sulla vita al fronte, hanno letto le parole in forma di poesia dei soldati che combatterono nelle trincee e vissero le condizioni drammatiche degli scontri. Attraverso le parole toccanti di Vittorio Locchi, Renzo Pezzani e Giuseppe Ungaretti ( i testi e le osservazioni sono state tratte da Canti e poesie della Grande Guerra a cura di Pierluigi Ridolfi) si è voluto dichiarare il valore della pace e della fratellanza.

Belli i pensieri proposti dai ragazzi della scuola media “ Giacomo Cresto”: La guerra non ci piace, portiamo libertà e pace. Nella Costituzione una sola Nazione e i disegni dei bambini della scuola elementare. Uno, in particolare, ricorda l’art. 11 della Costituzione, L’Italia ripudia la guerra.

Mattia Romanelli ha scritto: Commoventi le parole di Ungaretti, che è riuscito a mettere in poesia la sofferenza, il senso di fratellanza e la morte. La stessa emozione che ho provato io, spero di averla trasmessa al pubblico con la mia lettura.

Un grazie al Sindaco Pasquale Mazza, agli Assessori Chiara Faletto, Claudio Bethaz e a tutta l’Amministrazione per questa commemorazione che ha in sé il grande insegnamento della Storia: il mostro della guerra e la bellezza della pace.

 

Commemorazione del 4 Novembre – Città di Castellamonte